martedì 19 giugno 2012

50 X 70. Grafiche di Leonardo Rossi



50X70
Grafiche di Leonardo Rossi

50X70: non si tratta di semplice formato standard, ma una regola, un rapporto proporzionale perfetto che per Platone rappresentava 'la chiave della fisica del cosmo'. La costante cosmica del rapporto aureo è l'idea classica, immagine ideale dei valori di ordine, razionalità, equilibrio armonia, su cui nascono le composizioni di Leonardo Rossi. Così accanto alla descrizione minuziosa delle erbe, degli insetti e degli uccelli, la convenzione architettonica della rappresentazione di una forma viene pensata come verità naturale, perché fondata sulla regola ideale della natura.
La visione che offre questo artista (pittore, architetto e musicista) è insieme razionale e sognante. Immagini che hanno il nitore delle sensazioni impresse nell'infanzia; uso della tecniche miste; composizione come gioco della spontaneità creativa; geometrie libere che si sviluppano e si ricompongono in un continuo ricrearsi di sezioni auree; scansione musicale e accordi di colori; suoni-colori e pause bianche.
Mosaici di ricordi e di osservazioni, composti in ordinati equilibri, dove ogni creatura e situazione, vissuta o sognata - campi di grano, canne, erbe, insetti, farfalle e pulcini in scatola -  vive  nella metafisica lieve della grazia e del sorriso, sospesa in uno spirito primaverile di serena finezza.
In questa dimensione leggera di sensi e sentimento, con purezza di forme e di segno, si rivela la meditazione della presenza: l'esistenza delle cose naturali e delle architetture.
La natura è il punto di partenza, mondo poetico pieno di sorprese, emozionante luogo di avventura e conoscenza. Da questa natura il segno sensibile e razionale della penna a inchiostro coglie, nel particolare più descritto o nelle panoramiche più ampie, l'esistenza vibrante degli esseri, l'esistenza fisica e spirituale della natura.
Gli angoli dei volumi geometrici sono evidenziati dalla teoria delle ombre e rappresentati ora in assonometria, ora in proiezione ortogonale, ora in prospettiva: gioco sottile tra realtà oggettiva, conoscenza e rappresentazione. La filosofia definisce l'architettura come esempio classico di metafisica della presenza.
La luce è protagonista dei giochi con le ombre e i riflessi colorati, costruisce la forma nella sua chiarezza, rivela la pura visibilità della memoria e del progetto, in una sintesi tra passato e futuro.
Lo spazio diventa il contenitore dei propri affetti, di ricordi e di radici spirituali. E' il luogo della classificazione di oggetti e dettagli, di cose attinenti al corso della vita. Ma e' anche il luogo del divenire attraverso il progetto, una scatola magica e armoniosa, piena di sensi e sentimenti dove il mondo, in un gioco fantastico ricco di sorprese, diventa migliore.

Alessandra Cocchi, curatrice della mostra


50X70. Grafiche di Leonardo Rossi
29 giugno- 31 luglio 2012
orario: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì 20.30-23.00
Inaugurazione venerdì 29 luglio ore 21.00

Nessun commento:

Posta un commento